GIAPPONE, NON E’ UN PAESE PER CINESTETICI

Se fossi cresciuta in Giappone, io, cinestetica totale, figlia o madre del Caos Cosmico, molto probabilmente mi avrebbero richiusa in un istituto per bambini con problemi di personalità o sottoposto a cure per ADHD  e rincoglionito a suon di Ritalin®.

ORDINE E ARMONIA

In Giappone dove tutto è ordine e armonia, dove anche la natura è tenuta sotto rigido controllo e le emozioni e i sentimenti dissimulati da eccessivi gesti di cortesia (inchini e sorrisi a profusione), una come me incapace di trattenere risate o lacrime, che lascia correre e scorrere – e spesso “cadere” le cose, avrebbe vita difficile!

Mai come in Giappone mi sono sentita diversa e fuori luogo: goffa come un cigno fuori dall’acqua. Questo paese che osserva il bello e l’equilibrio degli elementi, dove anche per ammirare i fiori hanno coniato un termine: Hanami e tutto è grazioso e ordinato, ho provato serio imbarazzo.

Tra uomini e donne che fin da piccoli sono esortati a muoversi in maniera conforme e coordinata per non offendere la sensibilità altrui per mantenere l’armonia, io sono una marziana. Mi sono tornati in mente gli sguardi di disappunto di mio padre quando combinavo dei guai e le urla di mia madre mortificata perché toccavo e rompevo tutto: “TIENI LE MANI IN TASCA, FRANCESCA!!!”

DA TOKYO A KYOTO

Sovraeccitata dai neon brillanti di Akihabara, i monitor giganti di Shibuya, accesi 24h7 e i grattaceli illuminati di Ginza e di Rappongi Hills, da Tokyo, ho raggiunto in un batti-shinkanzen-baleno la bella Kyoto. Qui tra giardini zen e vicoli millenari costellati di ciliegi in fiore e alberi dal fogliame delicato, tra Geishe e Maiko nei loro perfetti kimono, mi sono venute le palpitazioni! Gozzilla in un negozio di porcellane…

Allora, per tenere a bada la mia esuberanza, invisibile e immobile come un guerriero samurai, mi sono messa in un angolino e ho iniziato a far foto : “TIENI LE MANI SULLA REFLEX, FRANCESCA!!!”.

Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero”

Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero” (花は桜木人は武士 hana wa sakuragi, hito wa bushi) – Antico verso Samurai.

INFO VIAGGIO: TOKYO E OLTRE

FOTO: JE SUIS GHEISHA

Francesca Braghetta

I grew up in Italy between Liguria and Sardinia, by sea, but I lived in London for three years where I was a Fine Art student at Central Saint Martins – College of Art and Design. When I returned to Rome I graduated in Comics and Illustration for children, and worked as a graphic designer and freelance photographer for few years. I love outdoor sports: snowboard is my favourite. I like writing and taking photographs, and in 2013 I started this travel blog. I have always been a curiosus person and I love travelling: I have visited 22 countries so far! I speak 3 languages fluently and I’m currently studying Chinese: 大家好!我叫晨光。I use a good old Canon 5D…

3 pensieri riguardo “GIAPPONE, NON E’ UN PAESE PER CINESTETICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *