ROMA NELL’ANNO DEL GALLO

 

Secondo un censimento ISTAT del 2016 gli immigrati cinesi presenti in Italia sono 271.330, pari al 5,4% del totale degli stranieri. Di questi nella capitale si registrano 19.973 (Milano ne conta oltre 35mila e Firenze 20mila), concentrati in particolare in alcune zone della città come l’Esquilino, Pigneto e Tor Bella Monaca. I cinesi residenti a Roma sono occupati per lo più nel settore della ristorazione, dell’abbigliamento, e del tessile, contribuendo largamente all’economia capitolina.

Si calcola che sono circa 65mila gli imprenditori italiani nati in Cina; questi  rappresentano il 10% degli imprenditori stranieri totali in Italia. Considerando che gli occupati cinesi rappresentano circa il 5% degli occupati stranieri (tra i 15 e i 64 anni) e ipotizzando che abbiano la stessa produttività, si può stimare un valore aggiunto per il 2015 di circa 6 miliardi di euro di PIL.

CAPODANNO CINESE IN ITALIA

Non stupisce dunque che in occasione del Capodanno Cinese, che si è celebrato quest’anno il 28 Gennaio , Roma Capitale e le associazioni italia-cina hanno omaggiato – come da qualche anno a questa parte –  l’influente comunità con eventi e spettacoli.

Gli appuntamenti canonici del Capodanno Cinese di Roma18951923_Roma-capodanno-cineseprevedono un mix di spettacoli tradizionali, intrattenimento, musica, e degustazioni gastronomiche. La tradizionale danza dei dragoni e dei leoni che sfilano anche nelle vie e si fermano nelle piazze per spaventare e tenere lontani gli spiriti maligni del quartiere Esquilino, fino a raggiungerne il cuore pulsante del Headquarter cinese nei giardini di Piazza Vittorio. A seguire spettacoli teatrali e musicali, con le esibizioni di artisti cinesi che indossano abiti e accessori folcloristici. Non mancano nell’allestimento urbano le decine di lanterne rosse, mentre i piatti della cucina capodanno-cinese-si-festeggia-a-roma-inserita-in-galleria-31360cinese vengono proposti non solo nei ristoranti cittadini, ma anche in postazioni temporanee disposte nelle aree coinvolte. La conclusione dell’evento è affidata a meravigliosi fuochi d’artificio, un’arte di cui i Cinesi sono maestri internazionali.

 

Alcuni piatti vengono appositamente consumati durante il Capodanno cinese per il loro significato simbolico. Le pietanze fortunate sono servite sotto la festività per  16 giorni, in particolare la notte di Capodanno; il simbolismo di buon auspicio di questi alimenti si basa sulla pronuncia del loro ideogramma o per l’aspetto.

7 pietanze portafortuna da mangiare durante il Capodanno

PASTEGGIARE CON STILE A ROMA

Green.t2Quest’anno, su invito della mia maestra di cinese, la gentilissima Lì Zhong dell’Istituto Confucio, ho potuto assaggiare le prelibatezze del ristorante Green T. nella zona del Pantheon e condividere usi e tradizioni cinesi da vicino. Questo ristorante piccolo e raccolto offre piatti nettamente superiori alla media delle centinaia di ristoranti cinesi, cino-giapponesi e all-you-can-eat della capitale. La cucina serve pochi piatti ma confezionati con cura e buon gusto. La presentazione, prima ancora della preparazione si rifà alle regole armoniche del Feng Shui il processo di cottura, deve diventare una meditazione attiva tra rituale di preparazione e il “mangiare”-  in una esperienza spirituale -, che porta nel potente forza vitale che alimenta ogni aspetto del nostro essere.

 

A partire dagli antipasti Dumping e pane cotto al vapore farcito per seguitare con assaggi di montone, tufo, chow mien la cui “lunghezza” simboleggia l’auspicata longevità. Immancabile questo giorno il Pesce – Yù – il cui nome ricorda la parola “prosperità”, per terminare con la tradizionale trortino di riso dolce “colloso” . Una sorpresa è stata l’anatra alla Pechinese, di cui si mangia – in più portate – tutto. A partire dalla pelle croccante che dev’essere né troppo grassa ne troppo magra e intatta e bene tesa per non rompersi durante la cottura. Qui servita in piccoli pancake da farcire a piacimento con salsa di oyster cause, castagne e prugne. La carne poi viene saltata e servita con molte verdure, e infine il brodo di cottura viene servito in eleganti coppette con aggiunta di verdure tagliate a dadini.

 

Un vero pasto d Re…

Mantòu - pane al vapore ripieno di melanzane saltate
Mantòu – pane al vapore ripieno di melanzane saltate
Dumplings- street food (selection)
Selezione di Dumplings
Anatra Laccata alla Pechinese – pancake con la pelle
Green.t5
Tofu
20170128_150259
Montone alla Pechinese – Beijing yángròu
20170128_151527
Chow Mien
20170128_152320
Brodo di Anatra
Green.t6
Nian Gao – Sticky Rice cake

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il periodo di festività si conclude dopo 16 giorni dal Capodanno. a sera del 15 ° giorno del primo mese lunare, nella notte di luna piena, le famiglie si riuniscono per la cena e escono a vedere i fuochi d’artificio e lanterne luminose. Le lanterne vengono liberate in aria, lasciate di volare via, o a  galleggiare portate via dai fiumi. Anche a Roma a febbraio, in occasione del Festival delle Lanterne, si organizzano eventi per celebrare la ricorrenza.

Francesca Braghetta

I grew up in Italy between Liguria and Sardinia, by sea, but I lived in London for three years where I was a Fine Art student at Central Saint Martins – College of Art and Design. When I returned to Rome I graduated in Comics and Illustration for children, and worked as a graphic designer and freelance photographer for few years. I love outdoor sports: snowboard is my favourite. I like writing and taking photographs, and in 2013 I started this travel blog. I have always been a curiosus person and I love travelling: I have visited 22 countries so far! I speak 3 languages fluently and I’m currently studying Chinese: 大家好!我叫晨光。I use a good old Canon 5D…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *